Premio Sebastiano Gesù

    "Cinema per la pace"

Sebastiano Gesù.JPG
DSC_8736.JPG

SEBASTIANO GESÙ

Presidente delle prime cinque edizioni

del Vittoria Peace Film Fest

 

Rigoroso e instancabile storico del cinema, Sebastiano Gesù (Santa Venerina, 11 gennaio 1946 - Catania, 2 luglio 2018), ha rappresentato per un trentennio un autentico punto di riferimento per gli autori siciliani e per tutti quei registi che hanno scelto l’isola come oggetto del loro racconto cinematografico. Ha insegnato Storia e critica del cinema alla Facoltà di Lingue e letterature straniere dell’Università di Catania e al Centro sperimentale di cinematografia, sezione documentari di Palermo. È stato consigliere nazionale del Centro studi cinematografici di Roma e consulente di cineasti e artisti e operatori del settore. Dirigendo numerosi festival, rassegne e cineforum, si è rivelato un promotore culturale appassionato e generoso. È stato insostituibile vicedirettore artistico del Festival internazionale del Cinema di Frontiera di Marzamemi, che ha aiutato a far nascere e a crescere. Ha collaborato a riviste specializzate di cinema e alle pagine culturali dei quotidiani La Sicilia e Repubblica di Palermo. Nel 2016 ha ricevuto la cittadinanza onoraria della Città di Vittoria, per il contributo apportato alla crescita culturale del territorio ibleo.

Tra i libri firmati da Sebastiano Gesù, vanno menzionati: Pietro Germi e la Sicilia (1987); Salvatore Giuliano (1987); Le Madonie, cinema ad alte quote (1995); La Sicilia della memoria, cento anni di cinema documentario nell’Isola (1999); L’Etna nel cinema, un vulcano di celluloide (2005); La terra trema, un film di Luchino Visconti (2006); La Sicilia tra schermo e storia (2008); Sulla strada dei mille, Cinema e Risorgimento in Sicilia (2011); Oltre lo sguardo, la memoria: Leonardo Sciascia e il cine-documentario (2015); Pier Paolo Pasolini e l’Etna, il deserto e il grido (2016); L’arte del silenzio, le origini del cinema in Sicilia (2018). Postumo,

La magnifica visione, Il paesaggio siciliano nel cinema (2019), magistrale capitolo sull’iconografia audiovisiva della Sicilia.